L’importante è che se ne parli

Dopo avervi stupito con effetti speciali ecco un’altra chicca sulle strambe conversazioni che si instaurano tra poveri studenti stressati attorno ai tavoli delle aule studio dell’Università di Catania.

Stavolta la location è la facoltà di Economia. Che poi questi soggetti sembra che me li vado a cercare con il lanternino, o forse è il mio karma che li attira…tutto sommato se non ci fossero loro cosa andrei a scrivere sul blog per farci quattro risate?

Fatto sta che, tra una lettura e l’altra, mi capita di ascoltare la discussione intrapresa da due ragazzi seduti al mio stesso tavolo, che per motivi di privacy chiameremo ilcomputerèilmiomiglioreamico ( d’ora in poi I ) e chemelodiciafare ( d’ora in poi C ) .

I: Allora te lo sei poi comprato quel nuovo portatile?

C: Si si, sono contento dell’acquisto.

I: Ma sopra che c’ha montato? Il Vista?

C: Noooo, che sei pazzo? L’ho tolto subito perché me lo hanno sconsigliato troppo!

I: E come mai? E’ pesante vero?

C: A parte quello… ( si guarda intorno sospettoso, giuro, e quasi con reticenza continua a bassa voce ) E’ che mi hanno detto che con il Vista non puoi essere abusivo, insomma se usi quei programmi lì, dai lo sai di cosa sto parlando, invia tutto alla polizia che ti sgama, quindi mi sono fatto mettere XP. Se hai il Vista stai attento!

I: Azzo, non lo sapevo. Io addirittura per non mettere il Vista sto provando un altro sistema operativo, Ubuntu. Lo conosci? E’ quello della Linux. Il problema è che mi viene un po’ difficile, sai non ci sono gli eseguibili.

C: A-ah…comunque studiamo.

lvpd intercepter

Questa quasi quasi batte la mitica Linux potabile.

In fondo, l’importante è che se ne parli…o no? o.O