[ShotPress] The “I’m Linux” Video Contest

La Linux Foundation lancia un contest per creare un video al fine di sponsorizzare il pinguino.

Il filmato dovrà mostrare cosa significa Linux per chi lo usa, sperando che possa avere l’effetto di invogliare ad usare il noto sistema operativo open source.

Il vincitore avrà in premio un bel viaggio gratis a Tokyo per assistere al “Linux Foundation Japan Symposium” ad Ottobre 2009.

Italianiiiiiiiii!

While the Linux Foundation would love to spend millions promoting Linux on TV, it’s simply not our style (or in our budget). Even more importantly, Linux isn’t a top-down, commercially controlled operating system. It’s a grassroots product of mass collaboration. That’s why we’re sponsoring a community contest to create a Linux video that showcases just what Linux means to those who use it, and hopefully inspires many to try it.

The winner will receive a free trip to Tokyo, Japan to participate in the Linux Foundation Japan Linux Symposium in October 2009. The winning video will also be unveiled at the Linux Foundation’s Collaboration Summit in San Francisco on April 8, 2009.

via | The “I’m Linux” Video Contest | The Linux Foundation Video Site.

Le donne non la fanno mai

A differenza dell’uomo che non ha vergogna della sua natura umana, la donna trattiene ogni stimolo del suo corpo, soprattutto quelli che hanno una forma di espressione, diciamo, rumorosa.

Se glielo chiedi, loro glissano sull’argomento o rispondono che non ne fanno mai. Ho sempre sospettato che ci fosse qualcosa sotto e questo video spiega come riescano nell’impresa.

Soleluna oramai ho carpito il tuo segreto :P

Video fullscreen senza artefatti in Mplayer con Compiz attivo

Chi usa Compiz come gestore delle finestre sa bene quali sono i problemi che si incontrano nella riproduzione di video, specialmente nel caso in cui si possieda una scheda ATi. Si parla di artefatti visivi quali la sovrapposizione dei filmati alle finestre, difetti di tearing e/o flickering ( sfarfallio ).

Questo accade anche a chi ha scelto Mplayer quale riproduttore multimediale preferito, come peraltro il sottoscritto. E’ noto che per una visualizzazione senza distorsioni è dunque necessario optare per il driver X11 senza Xv, opzione accessibile dalle preferenze del programma.

Tra gli inconvenienti di questa soluzione, oltre ad un maggiore utilizzo di CPU ed una minore definizione, vi è la mancata visualizzazione in fullscreen dei filmati riprodotti con il suddetto software. Per ovviare al problema dobbiamo metter mano al file di configurazione di Mplayer.

La procedura

Apriamo un terminale puntando alla cartella home e digitiamo

gedit .mplayer/config

ed inseriamo la stringa

zoom = yes

Salviamo il file.

Al riavvio di Mplayer sarà possibile usare la modalità a tutto schermo, evitando di andare magari a scomodare la funzione di zoom del desktop incorporata in Compiz.

Qualche eccezione

Nel caso in cui si dovesse presentare la necessità di riprodurre video dalla durata considerevole, come per esempio un film, il consiglio è sempre quello di disattivare momentaneamente gli effetti 3D del desktop e riabilitare l’accelerazione video con Xv, il che permette una resa visiva migliore ed un carico di lavoro minore sulla CPU, garantendo quindi una maggiore silenziosità del PC.

Via

Blogcena a Catania, atto secondo

Ancora una volta i blogger catanesi si sono riuniti, ed ancora una volta per mangiare e bere a volontà, ovvero per fare ciò che gli riesce meglio.

Piccolo video tratto da alcune delle foto fatte durante la serata ( video aggiornato con nuove foto )

Per scaricare il video clicca qui

Buona la cena e ottima la compagnia, peccato per la divisione dei tavoli che non mi ha permesso di approfondire la conoscenza con alcuni dei presenti.
Un saluto particolare va a Francesco e compagna, Noemi, Alfio, Leandro ed Alessio con i quali stoicamente abbiamo resistito in giro per Catania dopo che il blog-ruppo si era già dileguato.

Grazie ovviamente anche a tutti gli altri partecipanti ( scusate se non l’ho fatto subito ), in primis Simone che ha organizzato l’evento, Hecyra, Terronista, Luca, Rock(s)Politiks, Livia & Ignazio, Almostviola, Maelstrom, Davide, Gianni, Urban, 4nTO, Bice, Emilia, Carlo, Salvatore. Se dimentico qualcuno non uccidetemi, basta gentilmente farlo notare :D

Ecco i link alle foto scattate durante la serata:

Urban

davidonzo

rockspolitick

snapshot83

hecyra

P.s. Mi avete fatto penare per trovare le foto, se ne avete altre linkatele nei commenti che così aggiorno lo slideshow.

Where the Hell is Matt: il ritorno

Ricordate Matt Harding? Forse ai più questo nome non dirà nulla, ma un video potrebbe farvi tornare in mente chi è quest’uomo

Ebbene, per coloro i quali nei 14 mesi dall’ultimo filmato si sono chiesti “Where the hell is Matt”, ecco la risposta in una nuova produzione. Sicuramente meno spontanea della prima, ma altrettanto emozionante. A me ha strappato più di un sorriso.

E’ incredibile quanti posti stupendi ci sono al mondo, non basterebbe una vita per visitarli ed apprezzarli tutti…

P.s. La canzone è la bellissima Praan di Garry Schyman.

SMILE: Slideshow Maker In Linux Environment

AGGIORNAMENTO: Il programma è stato rilasciato, leggi questo post per le novità.

Nell’ultimo post, tra un comando e l’altro, ho accennato alle ottime qualità di Manslide. Il programma si pone sicuramente sopra la media rispetto ai suoi concorrenti su Linux. E’ indubbio però che ci siano margini di miglioramento, soprattutto in termini di usabilità.

Gibault Stéphane, one man band dietro Manslide, sta lavorando ad una completa riscrittura dell’interfaccia grafica e delle funzionalità, portandole al next level. L’obiettivo è quello di riuscire a creare una sorta di modulo per la prossima versione di ManDVD.

Anche il nome è cambiato e si è optato per SMILE, acronimo di Slideshow Maker In Linux Environment.

Vediamo in azione quella che possiamo definire una versione pre-pre-pre-pre-(…)-alpha. Per l’occasione ho creato una playlist con tre video riguardanti gli ultimi sviluppi

Le immagini direi che parlano da sole. A questo splendore aggiungete tutto quello che sa già fare Manslide ed avrete IL programma per creare slideshow su GNU/Linux.

Questo e molto altro sarà presente in SMILE. Come se non bastasse, Stéphane è molto attento alle richieste degli utenti e su un topic del forum di Mandriva ( in francese ) è possibile seguire lo sviluppo e contribuire con codice, idee e mockup.

Le premesse sono dunque promettenti, soprattutto sapendo che, come affermato dallo stesso autore, la scrittura di Manslide, SMILE e ManDvd gli sono servite solo per fare esperienza al fine di completare un suo sogno: la scrittura dell’editor video definitivo.

Attendo con trepidazione il rilascio di una versione di test per poter toccare con mano quello che, per adesso, rimane solo un sublime sfoggio di programmazione.

L’evoluzione del telefonino

Incredibile con che mattoni si andava in giro, vero?

Il mio primo cellulare, a parte quelli dei miei genitori che lo ebbero molto prima di me, fu un Ericsson T10, quello con lo sportellino che si staccava sempre e con lo schermo ad una sola riga ( correggetemi se sbaglio sul nome del modello ). Era incredibilmente scarno, ma a quei tempi andava di moda insieme al Nokia 5110.

Ad essere sincero non sono un patito di telefonini, ne possiedo due in versione base che fanno praticamente solo telefonate. In realtà a volte non funzionano nemmeno quelle e Soleluna ne sa qualcosa :D Non dico che odio i cellulari, ma li vedo quasi come un’imposizione, alla fine credo che dipenda molto dall’uso che se ne fa.

Certo che se mi dovessero mai regalare un iPhone non ci sputo mica sopra :P

Qual’è stato invece il vostro primo telefono?

Via