[ShotPress] The “I’m Linux” Video Contest

La Linux Foundation lancia un contest per creare un video al fine di sponsorizzare il pinguino.

Il filmato dovrà mostrare cosa significa Linux per chi lo usa, sperando che possa avere l’effetto di invogliare ad usare il noto sistema operativo open source.

Il vincitore avrà in premio un bel viaggio gratis a Tokyo per assistere al “Linux Foundation Japan Symposium” ad Ottobre 2009.

Italianiiiiiiiii!

While the Linux Foundation would love to spend millions promoting Linux on TV, it’s simply not our style (or in our budget). Even more importantly, Linux isn’t a top-down, commercially controlled operating system. It’s a grassroots product of mass collaboration. That’s why we’re sponsoring a community contest to create a Linux video that showcases just what Linux means to those who use it, and hopefully inspires many to try it.

The winner will receive a free trip to Tokyo, Japan to participate in the Linux Foundation Japan Linux Symposium in October 2009. The winning video will also be unveiled at the Linux Foundation’s Collaboration Summit in San Francisco on April 8, 2009.

via | The “I’m Linux” Video Contest | The Linux Foundation Video Site.

Linux favorito dalla crisi finanziaria in corso?

Uno scenario impossibile?
Uno scenario impossibile?

Jim Zemlin, direttore esecutivo della Linux Foundation, ha recentemente dichiarato in un’intervista che la crisi finanziaria in corso potrebbe aiutare Linux a ritagliarsi un ulteriore spazio nelle aziende.

Certo, una esternazione del genere è facile aspettarsela da chi promuove la diffusione del pinguino, ma forse non ha tutti i torti.

Secondo Zemlin il vantaggio principale che deriverebbe dal software libero è la capacità di utilizzare le infrastrutture esistenti a basso prezzo, permettendo di concentrare le risorse disponibili in altri settori critici, come la sicurezza, il cui budget rimane di solito invariato.

Insomma, sembrerebbe che in tempi di ristrettezza economica l’open source sia “right priced“.

Gli eventi futuri riveleranno ragioni e torti, ma occhio all’andamento dei titoli in Borsa, chissà che non sia il momento giusto per investire in azioni collegate a realtà open source.

Immagine via LinuxAdictos