La notifica degli aggiornamenti in Jaunty

Se qualcuno tra di voi ha installato Ubuntu Jaunty prima della sua uscita ufficiale avrà notato che la notifica della presenza di aggiornamenti non sbucava fuori così spesso, non perché effettivamente di aggiornamenti ce ne siano stati pochi nell’ultimo periodo, bensì perché sono cambiati i tempi con i quali si viene avvisati della disponibilità di un update.

Adesso infatti vengono notificati su base giornaliera solo gli aggiornamenti di sicurezza, mentre per gli altri pacchetti la notifica avviene su base settimanale.

Per ripristinare il comportamento a cui eravamo abituati nelle precedenti versioni è sufficiente aprire un terminale e digitare

gconftool-2 -s --type bool /apps/update-notifier/auto_launch false

o lanciare l’editor di configurazione e seguire il percorso indicato nella stringa precedente cambiando il valore della voce auto_launch.

Buon aggiornamento ;)

Video bianco con SKype e i driver open ATi

Dall’installazione di Jaunty sul mio portatile sono oramai trascorse due settimane, ma solo da un paio di giorni a questa parte  sono riuscito a passare un po’ più di tempo davanti allo schermo.

Oggi, approfittando di una lunga e piacevole conversazione con Luca aka neon aka facciocose aka “sceglitiunnicketienitiquello” ho provato ad effettuare una chiamata video con Skype, purtroppo senza successo in quanto non riuscivo a visualizzare il video del mio simpatico quanto arguto interlocutore.

Tutto quello che ottenevo era una schermata bianca all’interno della finestra del programma, nonostante non ci fossero problemi dall’altra parte della linea.

Dopo svariati tentativi di risolvere il problema disattivando il disattivabile, riavviando il riavviabile e bestemmiando il bestemmiabile ho cercato qualche riscontro in rete.

La ricerca in realtà non è stata immediatamente proficua ma, spulciando tra le pieghe del forum per gli sviluppatori di Skype, l’ intervento di un utente è stato particolarmente illuminante.

Infatti la mia configurazione comprende una scheda ATi che utilizzo con i driver open source e potrebbe capitare che venga modificato un settaggio di Xv, il quale va poi a cozzare con la ricezione del video in Skype.

L’unico modo per ripristinare il corretto funzionamento della videochiamata è quello di andare a modificare tale valore.

Per fare ciò è sufficiente installare l’utility xvattr

sudo apt-get install xvattr

e poi nel terminale digitare il comando

xvattr -a XV_AUTOPAINT_COLORKEY -v 1

che ripristinerà il corretto funzionamento del video in ricezione, previo riavvio di Skype.

Così, alla fine, mi sono potuto godere l’installazione in diretta da parte di Luca aka neon aka facciocose aka “èmegliochenonloscrivo” di Arch nel suo meraviglioso splendore :P

P.s. Chi non muore si rivede, anzi si rilegge ;)

Reblog this post [with Zemanta]

Ubuntu Free Culture Showcase per Jaunty Jackalope

Anche se il titolo del post assomiglia ad uno scioglilingua, Ubuntu Free Culture Showcase è l’iniziativa lanciata per l’uscita della prossima versione di Ubuntu, una occasione da non perdere per i creativi di tutto il mondo.

Grazie a questo contest, già proposto anche per il rilascio di Intrepid Ibex, tutti i sostenitori del software libero potranno sottoporre le proprie creazioni al team di Ubuntu.

Il video vincitore della scorsa edizione

Finalmente ho trovato una scusa più o meno credibile per inserire una bella ragazza in un post!

I lavori ritenuti meritevoli ad insindacabile giudizio del team predisposto alla valutazione, verranno poi votati dal Community Council che deciderà i vincitori. Le opere scelte saranno incluse nella nuova distribuzione, precisamente nella cartella Examples presente nella home di una installazione standard, e saranno a disposizione delle milioni di persone che installeranno la nuova distribuzione.

Certamente una vetrina di tutto rispetto!

Le categorie sono tre:

  • Audio, per un massimo di 1 MB in formato Ogg Vorbis
  • Video, per un massimo di 2.5 MB in formato Ogg Theora
  • Foto/Grafica per un massimo di 0.5 MB in formato PNG o JPG

Inoltre tutte le opere dovranno essere rilasciate sotto licenza Creative Commons.

La data di scadenza è fissata per il 6 febbraio 2009.

Italiani diamoci da fare, la nostra creatività è rinomata in tutto il globo, cerchiamo di non sfigurare!

Un consiglio spassionato? Le Linux Chicks tirano sempre ;)