[ShotPress] The “I’m Linux” Video Contest

La Linux Foundation lancia un contest per creare un video al fine di sponsorizzare il pinguino.

Il filmato dovrà mostrare cosa significa Linux per chi lo usa, sperando che possa avere l’effetto di invogliare ad usare il noto sistema operativo open source.

Il vincitore avrà in premio un bel viaggio gratis a Tokyo per assistere al “Linux Foundation Japan Symposium” ad Ottobre 2009.

Italianiiiiiiiii!

While the Linux Foundation would love to spend millions promoting Linux on TV, it’s simply not our style (or in our budget). Even more importantly, Linux isn’t a top-down, commercially controlled operating system. It’s a grassroots product of mass collaboration. That’s why we’re sponsoring a community contest to create a Linux video that showcases just what Linux means to those who use it, and hopefully inspires many to try it.

The winner will receive a free trip to Tokyo, Japan to participate in the Linux Foundation Japan Linux Symposium in October 2009. The winning video will also be unveiled at the Linux Foundation’s Collaboration Summit in San Francisco on April 8, 2009.

via | The “I’m Linux” Video Contest | The Linux Foundation Video Site.

Ubuntu Free Culture Showcase per Jaunty Jackalope

Anche se il titolo del post assomiglia ad uno scioglilingua, Ubuntu Free Culture Showcase è l’iniziativa lanciata per l’uscita della prossima versione di Ubuntu, una occasione da non perdere per i creativi di tutto il mondo.

Grazie a questo contest, già proposto anche per il rilascio di Intrepid Ibex, tutti i sostenitori del software libero potranno sottoporre le proprie creazioni al team di Ubuntu.

Il video vincitore della scorsa edizione

Finalmente ho trovato una scusa più o meno credibile per inserire una bella ragazza in un post!

I lavori ritenuti meritevoli ad insindacabile giudizio del team predisposto alla valutazione, verranno poi votati dal Community Council che deciderà i vincitori. Le opere scelte saranno incluse nella nuova distribuzione, precisamente nella cartella Examples presente nella home di una installazione standard, e saranno a disposizione delle milioni di persone che installeranno la nuova distribuzione.

Certamente una vetrina di tutto rispetto!

Le categorie sono tre:

  • Audio, per un massimo di 1 MB in formato Ogg Vorbis
  • Video, per un massimo di 2.5 MB in formato Ogg Theora
  • Foto/Grafica per un massimo di 0.5 MB in formato PNG o JPG

Inoltre tutte le opere dovranno essere rilasciate sotto licenza Creative Commons.

La data di scadenza è fissata per il 6 febbraio 2009.

Italiani diamoci da fare, la nostra creatività è rinomata in tutto il globo, cerchiamo di non sfigurare!

Un consiglio spassionato? Le Linux Chicks tirano sempre ;)

Ho vinto qualche cosa?

Chi ha detto che con il software libero non si può guadagnare? Io posso dimostrare che non è così.

Cosa intendo dire? Ebbene, grazie alla passione per GNU/Linux, in particolare per Ubuntu, e per il software libero in generale ( ed anche un po’ di culo :D ) ho vinto il contest Linux al massimo lanciato su PC Professionale di Febbraio, i cui risultati sono stati pubblicati sul numero di Marzo attualmente in edicola.

Il tutto consisteva nell’inviare un post nella sezione Community del sito con dei consigli su come migliorare l’usabilità e le prestazioni di Ubuntu, suggerendo trucchi, utility ed applicazioni che avrebbero potuto aiutare l’utente in tal senso.

La pagina del contest su pc professionale
^Il Serverless dell’articolo sono proprio io ^

Non ho praticamente mai vinto niente in vita mia, ma in fondo non ho nemmeno partecipato a molti concorsi. Come si suol dire, chi non risica non rosica. Devo ammettere che se non fosse stato per l’input datomi da mio padre non avrei nemmeno inviato l’articolo.

Soddisfazione tanta ed il premio non è niente male, un barebone Shuttle XPC SG31G2 Silver (Glamour Series)

^Alcune foto dell’unpacking^

Pc Professionale mi ha consegnato il premio in pochissimi giorni dopo la conferma della vincita e ringrazio il direttore che ha risposto direttamente alle mie email e la redazione per la disponibilità dimostrata. Mi sa che continuerò a rinnovare l’abbonamento :D

Di seguito riporto l’articolo che ho scritto per l’occasione:

Spesso occorre intervenire su opzioni di Ubuntu che sono nascoste o di difficile accesso, ed è proprio per configurarle facilmente che ci viene incontro Ubuntu Tweak. Ubuntu Tweak ci permette tramite una ordinata e ben congegnata interfaccia grafica di modificare molte impostazioni del sistema opreativo che altrimenti necessiterebbero di essere ricercate all’interno del cosiddetto “Editor della configurazione”, simile come interfaccia al Registry di Windows, ma superiore in quanto a potenza. Si passa dalle impostazioni dei programmi ad avvio automatico a quelle per il risparmio energetico, alla visualizzazione delle icone sul desktop fino ad alcune opzioni di Compiz. Tutte le possibili modifiche sono commentate e facilmente reversibili. Insomma, ecco una utility di configurazione fortemente consigliata per chi non vuole “sporcarsi” le mani ma ha il bisogno di assoggettare il sistema alle proprie esigenze.

La procedura:

Aprire la lista delle sorgenti software

gksudo gedit /etc/apt/sources.list

e aggiungere quelle di Ubuntu Tweak:

deb http://ppa.launchpad.net/tualatrix/ubuntu gutsy main

deb-src http://ppa.launchpad.net/tualatrix ubuntu gutsy main

Ora fare ricaricare tutte le sorgenti

sudo apt-get update

e installare il programma

sudo apt-get install ubuntu-tweak

Per avviarlo andate in Applicazioni/Strumenti di Sistema

Allora, dissipati i dubbi? Con il software libero si può guadagnare :D