Archivio tag: Beta

Prova su strada: Adobe Air 1.1 BETA per Linux

Dopo qualche mese dalla prima alpha, ecco che Adobe sforna la beta pubblica di Adobe AIR per Linux.

Scarica Adobe Air 1.1 Beta per Linux

Le istruzioni per l’installazione sono le stesse della versione precedente, ovviamente cambia il nome del file di installazione.

Disclaimer

Tutte le considerazioni che verranno fatte valgono esclusivamente per il mio sistema, su cui è installata Ubuntu Hardy Heron 8.04.1 a 32 bit, l’esperienza d’uso potrebbe variare su altre configurazioni.

Qualche accorgimento per i vecchi utenti

I temerari che usano già la versione rilasciata a marzo probabilmente avranno qualche problema ad installare questa beta, come ho potuto riscontrare io stesso sul mio sistema, riportando una finestra di errore simile a quella in figura

la quale non fa altro che lamentarsi di non avere i permessi di accesso e consiglia di contattare l’amministratore di sistema.

Tralasciando ogni commento sull’utilità di una schermata del genere, per evitare che ciò accada è importante eliminare ogni traccia della precedente installazione, disinstallando il pacchetto dal gestore della propria distribuzione. Nel caso di Ubuntu e Debian-derivate il nome da cercare è adobeair-enu.

Se ciò non dovesse bastare a risolvere la situazione nefasta, allora sarà necessaria una pulizia più approfondita, cancellando manualmente la directory /opt/Adobe AIR (occhio allo spazio ) e rinominando le cartelle nascoste .adobe e .macromedia ( occhio anche al puntino ) all’interno della propria home.

Cara, cosa c’è di buono per cena?

Il tempo trascorso dall’ultima release ha dato i suoi frutti, l’esperienza utente che si ha con Adobe AIR 1.1 Beta per Linux è nettamente superiore a quella che si aveva con la alpha release.

Le novità più evidenti e riscontrate dal sottoscritto rispetto alla precedente incarnazione sono così riassumibili:

  • Le applicazioni adesso ricordano le password inserite
  • Supporto alle icone nel vassoio di sistema, nel menu delle applicazioni e nella taskbar ( verificato solo su GNOME )
  • Risolto il problema con la sostituzione dei mime-type per i file zip e Openoffice
  • Maggiore velocità di esecuzione ( almeno a sensazione )
  • Errori grafici in minor numero
  • Aggiornamento automatico delle applicazioni funzionante
  • Localizzazione in italiano

Anche stasera la solita zuppa?

Permane invece l’impossibilità di installare le applicazioni tramite il badge sui siti che lo espongono e l’impossibilità di usare AIR su distribuzioni che non supportano la pacchettizzazione deb o rpm se non attraverso complicati accrocchi. Anche chi sceglie linux a 64 bit non se la vede ancora tanto bene.

Ho notato inoltre una regressione sul versante webcam. Nonostante nel changelog si vanti il supporto alle periferiche v4l2, la mia cam v4l ha smesso di funzionare con AIR.

Chi fosse interessato può consultare le note di rilascio ufficiali, dalle quali si deduce che il lavoro non è ancora finito, soprattutto se l’occhio cade casualmente sul contenuto delle known issues.

Conclusione

Grande passo avanti rispetto alla alpha, questa nuova beta convince molto più della versione precedente. Non saltate dall’entusiasmo, ho detto che convince, non che sia usabile al 100%.

I cambiamentii sono da testare sulle singole applicazioni, ma quelle che ho sperimentato personalmente, tra cui l’immancabile twhirl, mi lasciano ben sperare.

A causa delle complicazioni con la webcam ( su cui attendo conferma che non sia solo un mio problema, qualcuno si fa avanti per testare? ), l’upgrade è consigliato con riserva.

Adobe, mi raccomando, adesso pensa un po’ a migliorare pure Flash Player, che lo so che lo hai aggiornato ancora, ma sempre una mezza ciofeca è, ok? Lo so, lo so che Photoshop è chiedere tanto, per adesso mi accontento ;)

Inviteshare, il modo più semplice per ottenere gli inviti a quei servizi web 2.0 beta che ci piacciono tanto

Inviteshare.com logoSiete stufi di elemosinare in giro per i blog gli inviti per quei servizi web 2.0 che tanto fanno gola solo perchè sono riservati a pochi e hanno quella fantastica dicitura Beta? Allora InviteShare.com è il posto che fa per voi. Basta registrarsi ed entrerete nel magico mondo del social invite, dove potrete condividere i vostri inviti e riceverne dagli altri utenti. Personalmente ne ho richiesti due o tre e mi sono arrivati nel giro di pochi minuti, ovviamente per i servizi più in bisognerà aspettare un po’.

La parte interessante di questo sito è che si è invogliati a condividere i propri inviti, in quanto più ne invierete con successo e migliore sarà il posizionamento nelle code quando ne richiedete di vostri.

Andate a dare un’occhiata ai siti che sono inclusi nelle offerte, richiedete il vostro invito e ovviamente mettete a disposizione degli altri quelli che avete ricevuto.