Guardare i video di Veoh su Linux

Veoh è tra i servizi di video sharing più popolari, tuttavia tra gli utenti Linux la sua fama è tristemente nota a causa dell’incompatibilità con il sistema operativo open source.

Fino a poco tempo fa era possibile utilizzare veohproxy e bypassare il limite dei 5 minuti imposti dal sito, ma recentemente tale metodo ha smesso di funzionare e il creatore non intende apportare modifiche al progetto, almeno per il momento

I don’t have time to do this right now and probably won’t have during the next few
months. I’ll have to write my thesis. Sorry…

Che dire, anche questo è il bello del software libero.

L’alternativa

Innanzitutto è necessario installare Firefox 3.5 per Windows con l’ultima versione disponibile di Wine e successivamente scaricare l’applicazione per Windows di Veoh

Scarica Veoh Web Compass

e procedere alla sua installazione.

I comandi da lanciare sono semplici

wine "Firefox Setup 3.5.exe"

wine VeohVideoCompassSetup_eng.exe

Qualche immagine che comprova il funzionamento del programma

Adesso non rimane che recarsi con FF 3.5 per Windows sul video che ci interessa e

  • Guardare il filmato direttamente dal sito con il plugin flash
  • Scaricarlo e poi aprirlo con il proprio player preferito

In quest’ultimo caso bisogna associare in Firefox l’applicazione corretta per l’apertura dei link di Veoh nell’apposita finestra che apparirà alla pressione del tasto di download sotto il video prescelto.

C’è nessuno?

Personalmente, viste le scarse prestazioni del primo approccio preferisco utilizzare il secondo, sebbene per la maggior parte delle volte si tratterà di scaricare e cancellare il file immediatamento dopo la visione.

La soluzione proposta non è certo elegante né tantomeno conveniente, soprattutto in termini di risorse impegnate, dunque se qualcuno fosse in grado di ristabilire la compatibilità di veohproxy con la nuova versione di Veoh farebbe un regalo prezioso alla comunità ;)

[ShotPress] Ubuntu: Still Popular?

Ubuntu è ancora la distribuzione più popolare?

Stando ai dati raccolti da diverse fonti sembrerebbe proprio di sì, anche se in leggero calo in termini di crescita rispetto al passato.

Quel che è certo è che è tutt’ora difficile riuscire a quantificare in maniera univoca il numero di utenti che utilizzano una particolare distribuzione.

So, how many users does Ubuntu have? It’s really hard to tell. In October, 2007, Canonical claimed that there were over 6 million users of Ubuntu. Then in October, 2008, in an interview with IneternetNews.com a Canonical spokesman claimed that

“In terms of numbers we’re very confident this is an 8 million plus user base of active users. That is a hard thing to count and there are lots of issues about methodology for counting but I have seen nothing that sheds doubts on that.”

With this in mind, lets look at some indicators and statistics from around the web to see just how popular Ubuntu really is. Has it gained in popularity since 2007, or has another distro come in to take Ubuntu’s place?

Leggi l’articolo originale su:

Ubuntu: Still Popular? – Starry Hope Productions.