Disabilitare il servizio Autosearch di Virgilio per le connessioni Alice

Chi possiede una connessione Alice ADSL avrà notato che è entrato in funzione un nuovo “servizio”: l’AutoSearch di Virgilio. In pratica, se viene digitata una URL inesistente nella barra degli indirizzi del proprio browser si viene reindirizzati sul motore di ricerca di Virgilio.

Inoltre, chi utilizza la barra degli indirizzi di Firefox come scorciatoia per effettuare le ricerche su Google non può più farlo proprio in virtù di questo cambiamento, anche se l’AutoSearch entra in azione solo nel caso in cui si digiti un solo termine.

Oltre ad essere una decisione discutibile, una bella analisi la trovate su italianbloggers, le abitudini sono difficili da sradicare, quindi vediamo come ripristinare il comportamento prima di tale modifica.

Esistono due procedure diverse a seconda del modem che si possiede.

Per i possessori di modem non Telecom

Coloro i quali possiedono un modem non fornito da Telecom potranno sicuramente accedere alle opzioni di modifica degli indirizzi DNS del proprio modem/router, così da renderli disponibili per tutti i computer connessi alla stessa rete casalinga. A seconda della marca e del modello tale settaggio potrebbe trovarsi in posizioni diverse. Una volta individuato basterà inserire manualmente questi due valori

DNS preferito: 62.211.69.170
DNS alternativo: 212.48.4.30

come spiegato nella guida ufficiale del servizio AutoSearch.

Per i possessori di modem forniti da Telecom

Chi invece ha scelto di ricevere il modem in comodato d’uso incluso nelle offerte Alice, il più delle volte non potrà accedere alle opzioni di modifica degli indirizzi dns in quanto l’interfaccia utente è una versione castrata di quella originale. Si rende allora necessario modificare il comportamento del singolo computer agendo sulle impostazioni di rete. Questo vale anche se volete eseguire la procedura solo per alcuni computer.

Gli utenti Windows e Mac troveranno le istruzioni specifiche per i propri sistemi a questa pagina, che tuttavia non comprende le direttive per Linux.

Noi utenti del pinguino quindi dobbiamo arrangiarci, come al solito. Vediamo come fare, quello che vado a descrivere è stato testato solamente su Ubuntu Hardy Heron.

Per usare i DNS alternativi suggeriti nella pagina di aiuto di Alice apriamo un terminale e digitiamo

gksudo gedit /etc/dhcp3/dhclient.conf

ed aggiungiamo alla fine del file la stringa

prepend domain-name-servers 62.211.69.170, 212.48.4.30;

Salviamo il file e riavviamo.

Esistono sicuramente altri metodi, anche da interfaccia grafica, ma a mio modo di vedere questo è il più rapido ed efficace, oltre ad essere facile da ripristinare nel caso si voglia tornare alla configurazione precedente.

Quale che sia la procedura che abbiate seguito, con o senza modem Telecom, adesso il vostro browser dovrebbe tornare a comportarsi come sempre.

Ovviamente si accettano suggerimenti ;)

18 pensieri su “Disabilitare il servizio Autosearch di Virgilio per le connessioni Alice

  1. Traffyk
    Mozilla Firefox 3.0 Windows XP

    Stesso comportamento accadeva gia utilizzando opendns e quindi con il tempo mi sono abituato a ricercare sul riquadrino di destra su google :P

    Tnx per il link!

    Replica
  2. Serverless Autore articolo
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    @duhangst
    Prego per la dritta :D

    @Traffyk
    Si, è vero, opendns fa la stessa cosa, ma almeno in quel caso sei tu a scegliere di usarli e sai a cosa vai incontro. Per loro è una maniera per monetizzare. Io però sono uno di quelli che il riquadrino di destra non lo usa perché è troppo distante e sono pigro :D
    P.s. Prego per il link, se si scrivono cose interessanti è giusto e doveroso!!!

    Replica
  3. Mauro
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    Ciao,

    Non mi sono ancora accorto ma è probabile che succeda anche a me.
    In ogni caso consiglio l’uso di un DNS alternativo: http://www.opendns.com/

    I vantaggi a mio avviso sono:
    - più sicuro contro phishing etc.
    - si può personalizzare il contenuto da filtrare (esempio per una famiglia filtrare i contenuti non adatti ai bambini) vedi violenti/sfondo sessuale etc.
    - rimani slegato da tin/alice e altri. Ovvero quando capita, e a me era capitato, che non va nessun sito a causa di problemi di DNS della tin a te andrà la connessione come al solito

    Trovate tutte le indicazioni sul sito. I due DNS, per uso semplice non personalizzato sono:

    208.67.222.222
    208.67.220.220

    Ciao ;)

    Replica
  4. Urban
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    Io uso OpenDNS e non succede con l’autosearch di Alice, ma ovviamente con quella di OpenDNS. Solo che in questo caso le scorciatoie di firefox funzionano a dovere. E in più puoi creare altre scorciatoie con OpenDNS per raggiungere vari siti…

    Replica
  5. Serverless Autore articolo
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    @Mauro e @Urban
    OpenDNS è certamente una valida alternativa ai DNS forniti da Alice, soprattutto in fatto di phishing. Non l’ho menzionata perché ha lo stesso comportamento di AutoSearch, a meno che non abbiano cambiato politica o gli utenti registrati non passino attraverso il loro motore di ricerca.

    Replica
  6. Urban
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    No, la politica è sempre quella: se metti un indirizzo non valido, ti va in auto search, ma le keyword di firefox (tipo usare google parola “google parola” per cercare con google la parola…) funzionano perfettamente.

    Replica
  7. Pingback: Mail server su Alice ADSL e Spamhaus: ecco la soluzione ai problemi di DNS! - Matteo Moro

  8. M0rF3uS
    Debian IceWeasel 3.0 Debian GNU/Linux

    Solo un appunto:
    secondo me gli opendns non sono affatto più sicuri dal phishing, anzi….secondo me essendo più utilizzati dei dns dei propri provider se qualcuno un giorno si sveglia deciso a fare dns poisoning sa già dove andare…
    Ricordate quando gli opendns sono letteralmente esplosi nel cybermondo? ve lo dico io…quando chi scommetteva online su siti non autorizzati amsa si vedeva il portalino bannato dalla stessa amsa, e quindi si utilizzavano gli opendns che visualizzavano ancora la pagina valida….secondo voi sono cosi protetti dal phishing? io non ne sarei cosi sicuro… ;)
    Ricordatevi inoltre che per quanto sgradevole possa essere, se utilizzate dns non del vostro isp ed incappate in qualche guaio, il vostro provider si può rifiutare (e lo farà) di fornirvi assistenza in quanto state utilizzando servizi esterni a quelli offerti da loro..

    Replica
  9. Pingback: Alice presenta il servizio AutoSearch: abbattiamo il servizio AutoSearch! | myTechnology

  10. Pingback: Alice e le ricerche facilitate (te possino…) « gioggi2002’s blog

  11. Serverless Autore articolo
    Mozilla Firefox 3.0 Linux

    @M0rF3uS: Parlando del territorio italiano, i DNS di OpenDNS non credo siano i più utilizzati, escludendo ovviamente il caso da te citato e simili. Quest’ultimo comunque non può essere portato come esempio di insicurezza, ma è un semplice aggiramento di blocchi messi per ragioni fiscali.

    OpenDNS è altamente configurabile, previa registrazione, con caratteristiche di content filtering, parental control, filtro anti-phishing, correzione di typo e via altri. Rispetto al servizio DNS del provider è di gran lunga più fornito.

    Il discorso del poisoning si può estendere a qualunque server DNS, quindi non credo che OpenDNS sia più vulnerabile di altri solo perché ha un “nome” riconoscibile, mentre quelli degli ISP per gli utenti sono solo dei numeretti.

    Sull’ultimo punto potrebbe proprio essere come dici tu, sarebbe da chiarire bene la posizione degli ISP.

    Grazie per il commento ;)

    Replica
  12. Giasone
    Mozilla Firefox 3.0.3 Windows XP

    A me questa ricerca Virgilio non piace nemmeno un poco e sono più che sicuro che si tratti di uno sporco trucco per sviare i clienti dall’uso di server DNS diversi da quelli di Alice (vedi appunto OpenDNS).
    Se non l’avete ancora saputo, da qualche mese è stata scoperta una potenziale vulnerabilità del servizio DNS (US-CERT VU#800113, Cache Poisoning DNS Vulnerabilities). Tutti i providers si stanno affrettando ad aggiornare i propri server con le patch rilasciate da Microsoft e da ogni altro produttore di sistemi operativi. I server di Alice rimangono al momento esposti alla vulnerabilità. Se ne volete la prova, usate i DNS proposti in questo articolo oppure quelli automatici e visitate la pagina:

    http://member.dnsstuff.com/pages/tools.php

    c’è un tool per verificare se il proprio server DNS è esposto alla vulnerabilità in questione. Ebbene i server di Alice LO SONO.
    Spero che mettano senno e tolgano questa stupida ricerca di Virgilio. Preferisco un Errore 404 e non quella pagina là che mi dà l’impressione di essere spiato anche quando vado al cesso.

    Replica
  13. Serverless Autore articolo
    Mozilla Firefox 3.0.3 Ubuntu Linux

    @Giasione
    Avevo provato tempo fa il tool presente sul sito di colui che ha scoperto la falla

    http://www.doxpara.com/

    ed il risultato era stato proprio l’opposto.
    DnsStuff invece non riesce a portare a termine il test sulla mia macchina.

    P.s. Mi hai fatto ridere con la tua frase finale :D

    Replica
  14. Giasone
    Mozilla Firefox 3.0.3 Windows XP

    > DnsStuff invece non riesce a portare a termine il test sulla mia macchina.
    Strano. Io ho sempre avuto problemi col test di doxpara invece. Dipende dalla configurazione della rete oppure da qualche restrizione attivata nel browser in uso.

    Comunque ho risolto. L’odiata Virgilio Autosearch mi appariva per un errore di configurazione. Avevo settato OpenDNS per la connessione remota ma non per altre connessioni di rete in qualche modo collegate (il mio modem è colegato tramite Ethernet dunque appare al sistema come una scheda di rete). Da quando uso OpenDNS anche per la connessione alla rete locale il problema è sparito. Ho un messaggio analogo da parte di OpenDNS, ma quello non risveglia le mie fobie da Tronchetto.

    Altrove ho letto una cosa spiritosa: uno si lamentava che dopo la modifica gli appariva un errore di pagina non trovata: ma è proprio quello che dovrebbe accadere!

    In ogni caso suggerisco di usare OpenDNS invece dei server citati all’inizio. Per comodità li ripeto:
    DNS primario: 208.67.222.222
    DNS secondario: 208.67.220.220

    Replica
  15. juanriccio
    Opera 9.63 Windows XP

    Io ho impostato i “DNS alternativi” di Alice, ma continua ad apparire l’odiosa autosearch.

    P.S. Giasone, l’errore in questione non è un 404 (server http che dice: pagina non esistente), ma un errore del browser che non trova nessun server.

    Replica
  16. Giasone
    Mozilla Firefox 3.0.5 Windows XP

    Certo juanriccio hai ragione, non volevo riferirmi al 404 ma a un errore nella risoluzione dell’indirizzo (che si appunto quando il DNS fallisce).
    Mi sto ricredendo un po’ su OpenDNS. Sarà sicuro ma non è granchè come affidabilità e prestazioni. Che vuoi, dopotutto sono server americani. Se qualcuno ha una valida alternativa da proporre si faccia avanti.

    Replica
  17. Ornella
    Safari 533.20.27 Mac OS X 10.6.7

    Sisi, decisamente è una feature inutile.
    Mi mancano tantissimo le vecchie pagine di “Impossibile trovare la pagina” di Safari!!

    Replica

Rispondi