Il mio portatile è rinato dopo le pulizie di primavera

A differenza dei sistemi desktop, è difficile che un utente si metta ad aprire il notebook per effettuare la pulizia dei componenti o delle ventole, soprattutto se il portatile in questione è ancora in garanzia e si ha paura di perderla per aver svitato una vite. C’è da dire che tra tutti i modelli che ho potuto provare nessuno favorisce una agevole operazione di eliminazione di polvere e residui; per una volta mi piacerebbe vedere, per esempio, uno sportellino oppure la possibilità di inserire le varie ventole come modulo del portatile, da poter staccare all’occorrenza e pulire meglio in separata sede.

Tuttavia io sono abbastanza fortunato sotto questo punto di vista, il mio notebook essendo un desktop replacement ha bisogno di un maggiore raffreddamento rispetto ad un laptop propriamente detto (monta un processore Pentium4 desktop), dunque le ventole sono più accessibili e non sono coperte da una griglia a maglie fitte. Così ho comprato una bomboletta di aria compressa e ho cominciato ad usarla dapprima sulle ventole e poi sulle griglie di sfiato laterali e posteriori. Non vi dico cosa è uscito da lì dentro, nemmeno abitassi nel deserto.

Un occhio attento potrà notare sulla bomboletta i cristalli di ghiaccio formatisi in seguito all’utilizzo, a saperlo prima non avrei perso la sensibilità alle dita della mano.

Finalmente è diminuito il rumore e la temperatura si è abbassata di ben 15 gradi. Il tutto per la modica cifra di €4.90

ICTv è la WebTv italiana interamente dedicata alla tecnologia e all’informatica…

…realizzata dalla stessa redazione di Html.it. Ho cominciato a dare un’occhiata ai video già dispobili sul sito di ICTv e mi fa strano sentire e vedere (!) parlare di certi argomenti in lingua italiana. Certo, il progetto è ancora agli inizi, ma promette davvero bene. Magari qualche sorriso in più in video non sarebbe male, gli speaker ( tra cui alcuni redattori del network di html.it ) sono un po’ rigidini :D

Comincio ad avere le stesse sensazioni espresse da Dario Salvelli nel suo articolo su ICTv. Da leggere il post su Edit, il blog di html.it, e l’intervista di Alberto Mucignat fatta a Massimo Valente

Microsoft Surface e Perceptive Pixel, multi-touch screen a confronto

Dopo il grande hype suscitato ieri per il presunto lancio di un misterioso prodotto, Microsoft ha svelato le sue carte presentando Surface, non smentendosi in fatto di nomi, dopo finestre ora anche superficie. Uno schermo “multi-finger, multi-user” che ha fatto strabuzzare gli occhi a parecchi.

Tuttavia una tecnologia del genere era stata presentata anche da Perceptive Pixel circa un anno fa e i video nella rete hanno cominciato a girare da un po’.

Microsoft Surface

Perceptive Pixel

A livello di interazione i due sistemi sono molto simili, tuttavia quello che farà la differenza saranno gli applicativi e le interfacce utente oltre che il contatto con il mondo esterno e i vari tipi di hardware che possono essere collegati alla macchina; nel video di Surface possiamo apprezzarne diversi utilizzi probabilmente tramite rfid e wifi/bluetooth. Microsoft ha in questo certamente un vantaggio competitivo che le deriva da una esperienza pluriennale nel campo. Gli studi di Perceptive Pixel si sono fino ad adesso rivolti a grandi aziende ed enti militari, ma non credo abbiano troppa difficoltà a rivolgersi al mercato consumer, magari anche solo concedendo in licenza la tecnologia.

Molti più dettagli sono disponibili su Surface, che girerà sopra una versione modificata di Windows Vista ed avrà un costo compreso tra i 5000 ed i 10000 dollari; l’uscita sul mercato è prevista per questo inverno.

Per approfondimenti consiglio di leggere l’articolo comparso su PopularMechanics, corredato da video esplicativi e trattazioni sull’aspetto tecnico dietro a questa macchina.

Mercury, alternativa su Ubuntu a Windows Live messenger / Msn messenger

Mercury messenger logo

AGGIORNAMENTO 21/09/2009: pacchetto aggiornato alla versione 2.0 RC1

E’ stabile e facile da configurare, ed è forse il miglior client per poter rimanere in contatto con i vostri amici che possiedono msn/live messenger. Mercury riesce a riprodurre quasi tutte le funzioni della versione per Windows e non delude chi ha già utilizzato il client di Microsoft.

Leggi tutto “Mercury, alternativa su Ubuntu a Windows Live messenger / Msn messenger”

Le donne che non usano il preservativo vivono più felici…

…stando al solito studio del solito professore della solita università americana. E con molti più figli, dico io.

In sostanza l’articolo focalizza la sua attenzione sulle proprietà anti depressive del seme maschile, che durante il rapporto viene assorbito in vari modi dalla donna e avrebbe anche l’effetto di stimolarne l’appetito sessuale…mmm…spero di non aver mai bisogno di anti depressivi, non si sa mai cosa puoi trovarci dentro -.-

Il peso della cultura…

screenshot32.png…mi ha sopraffatto vista la mole di pagine che mi aspetta per questa sessione d’esami, ma non contento mi sono tuffato e disperso nel tunnel di aNobii, social book senza marking -.- (penosa) L’ho conosiuto tramite Giovy qualche giorno fa, ma ero riuscito a resistere dal provarlo, dato che avevo tutto tranne che la forza di leggere altra roba. Tuttavia dopo che Mushin ne ha fatto una bella recensione con qualche riflessione su cosa questo servizio potrebbe diventare, mi è tornata la voglia di fargli fare un giro, insieme a quella di leggere.

Dato che ci siete date anche un’occhiata alla mia libreria, ci sono già una cinquantina di titoli ed altri ne arriveranno.

Ah, e se incontrate Mushin tra gli scaffali ditegli che la biblioteca dopo un certo orario chiude e che potrebbe non uscirne più :D

Primo Tv, videonotiziario su tecnologia e new media in italiano…

Primo TV…fruibile da telefoni mobili 3G UMTS, WebTV e IPTV come capeggiato sulla loro homepage. Primo Tv ha anche un canale su Youtube, eccovi sotto un esempio di uno dei loro videogiornali, che a quanto pare hanno scadenze giornaliere

^L’edizione di domani 26/5/2007

A me piace, soprattutto la giornalista ;).

Il database delle applicazioni di Wine vittima di un attacco…

screenshot10.png…per tutta la giornata di ieri, a causa della cancellazione di alcuni account, di alcune applicazioni ed altri dati. Per fortuna AppDB, il database fondamentale tramite il quale gli utenti inviano le proprie esperienze sui software emulati e sul quale si trovano screenshot e tutorial utilissimi, è stato ripristinato; tuttavia, le immagini dovranno essere ricaricate visto che sono andate perse. Che rabbia! Cito direttamente da WineHQ:

NOTE: The appdb has been down for the past day as a result of malicious deletion of user accounts, applications and other data. While we’ve been able to restore most data we didn’t have a backup of screenshots and will be unable to restore the ones that were removed. We are taking corrective action to prevent the same situation in the future, such as backing up all data, finer grained admin permissions and the ability to undelete deleted data but these will take time to complete. The appdb site is useful because you, the user of wine, have contributed to make it useful.

We apologize for the downtime and for any loss of data and will do our best to prevent this from occurring again.

Please feel free to email if you have any concerns or questions.

-cmorgan@alum.wpi.edu

Speriamo non accada di nuovo in futuro, ma vorrei sapere chi ha interesse a perpetrare attacchi verso un progetto opensource di tale portata, che permette una migrazione a GNU/Linux indolore. Ma forse lo sappiamo -.-